Nike Air Force Zwart

Nike Air Force ZwartQuest'insieme di sound e segni visivi hanno la capacità di coinvolgere visceralmente il pubblico partendo da sonorità minime ma non superficiali, che trascinano per la forza primordiale dei corpi e delle percussioni: "Il primo singolo 12 era essenziale, scarno e primitivo. Esattamente quello che erano e volevamo fossero i nostri live. Volevamo fosse più o meno inascoltabile. Una mostra completamente italiana, di artisti italiani, intorno ad uno dei massimi movimenti artistici del Novecento mai avvenuti che ha avuto le sue origini proprio in Italia.Una mostra irrinunciabile insomma, una collezione di opere presentate fino ai primi mesi del 2012 dal Mambo di Bologna, dal Castello di Rivoli, dal Madre di Napoli fino al Teatro Margherita di Bari.Otto declinazioni dei temi fondamentali della corrente e di alcuni episodi salienti, come Arte Povera 1968 al Mambo di Bologna, che prende spunto proprio dalla mostra tenuta nello stesso anno alla Galleria De Foscherari, un anno dopo aver inaugurato la sua stagione d'oro, mai sopita, alla Galleria La Bertesca di Genova nel 1967.Un movimento esplosivo così come lo erano, negli stessi anni, la Land Art, l'arte Concettuale e la Body Art di cui si avvertivano i principi.Ed è proprio perch si trattava delle scintille di un'epoca, proprio perch erano i colpi ben assestati di una presa di posizione, poetica ma anche politica, che fa un po' di tenerezza guardare l'Arte Povera così riunita in grande stile e così bella, così blanda e rassicurante e cosìanziana.Come ci hanno insegnato i grandi sociologi del secolo breve, uno su tutti Jean Baudrillard, nei casi di grandi celebrazioni mediatiche solitamente l'effetto sortito anzich essere una riproposizione dinamica, scattante, vibrante di un'energia vitale è esattamente il contrario: è la chiusura definitiva di un movimento, la scrittura di un epitaffio. Un funerale di stato.Attenzione: tutte le opere, indistintamente, sono meravigliose: le si guarda come sfingi, con la reverenza che si porta ad un oracolo, con la fascinazione per il mistico, ma l'assetto generale funziona come un obitorio.Sempre durante la conferenza stampa Germano Celant ha parlato di spazio, delle migliaia di metri quadrati che servivano, servono e serviranno per mettere in piedi mostre d'Arte Povera, una superficie che la , per quanto riguarda la sua struttura, ha dichiarato essere di circa tremila metri quadratima vedere nella stessa sala un'esplosione di trentadue metri quadrati di mare di Pascali, tre mappamondi di Boetti e le pietre di Giovanni Anselmo alle pareti, diciamo che non giova più di tanto a una buona fruizione delle opere che spesso, soprattutto al piano superiore, appaiono a livello percettivo soffocate, ammassate una sull'altra, mentre al livello inferiore si gioca sul concetto di "introduzione", come se il mimetico o i mille fiumi di più lungi del mondo di Alighiero Boetti fossero vagamente relegati allo status di un antefatto.Cosa mi aspettavo dall'Arte Povera? Forse che la mostra in s per lo meno alla , fosse un po' più povera, meno patinata forse, magari anche libera di mancare in alcune parti ma che avesse un gusto sperimentale ancora mosso e che non sembrasse già la mostra di una serie di Nike di Samotracia dei giorni nostri. Questo, incontentabilmente, mi aspettavo.

Tag: Nike Air Force Zwart,Nike Lunar Flyknit Chukka Gialle,Nike Womens Capri Iii,Nike Jacket On Amazon,Nike Nightgazer Yorum,Nike Air Max Theas Size 3


Fiera Incontro

Presto online.

















 
 
 
INCONTRO: ESSERCI È IMPORTANTE!!!
 
 
Multimedia Tre srl  Via Veneto, 49 - C.P. 51 - 30030 Vigonovo (VE) - Tel. +39 049 9832150 - Fax +39 049 9830728 - P.I. 02831150277 - info@fieraincontro.it
PRIVACY POLICY